Lunghezza 71km

Dislivello 842m

 Salite Principali

Altitudine

Lunghezza

Pendenza media

Pendenza massima

 Montechino

606m

7km

4,2%

9%

Quest’itinerario non affronta lunghe salite, ma saliscendi a bassa altitudine, e ciò lo rende adatto anche al periodo invernale, senza togliere però nulla alla bellezza del paesaggio circostante: la Val Chero ed il bacino del torrente Riglio mostrano proprio in inverno il loro lato migliore.
Si parte da Piacenza imboccando la strada Farnesiana in direzione San Giorgio. Superato il paese, qualche km prima di Carpaneto, si svolta a destra in direzione Viustino.
Si prosegue dritti, lasciando alla propria sinistra il ponticello situato a centro paese, e salendo poco a poco tenendo il torrente Riglio sempre a sinistra.
Giunti all’abitato di Ronco si è di fronte ad un trivio. Tralasciando la svolta a destra, che tornerebbe a Viustino passando a fianco del campo di aviazione, abbiamo due alternative: si svolta a sinistra per scendere e costeggiare il fiume Riglio, oppure si procede dritti affrontando in un piccolo strappetto in più e salire in costa a circa 400m di altitudine fino a Sarmata, dove, svoltando a sinistra scendiamo ed attrversiamo il Riglio ricongiungendosi alla strada percorsa nell’alternativa precedente. Data la modestia dello strappo ed il panorama visibile dalla costa, consigliamo senz’altro quest’alternativa, come rappresentato qui sopra nell’altimetria.
Appena attraversato il fiume procediamo in salita in direzione Montechino: stiamo salendo l’altro versante della valle del Riglio, per poi scollinare in val Chero.
La salita è molto breve ed è leggermente ripida proprio nei primi due km, per poi spianare decisamente diventando praticamente un falsopiano.
Dopo i primi km più ripidi si giunge ad un bivio, dove bisogna svoltare a destra per proseguire sul falsopiano verso Montechino.
Proseguendo dritti dopo il paese, si arriva a Groppovisdomo dove si svolta a sinistra in direzione Castellana/Gropparello, fare attenzione ai tornanti in discesa subito dopo Castellana.
Si giunge quindi nella piazza di Gropparello dopo un brevissimo strappetto da affrontare di slancio tutto d’un fiato.
Da Gropparello si scende sulla provinciale in direzione Carpaneto/Piacenza.
Prima di Carpaneto, in località Cimafava, è possibile tagliare a sinistra, passando per Viustino e quindi percorrere a ritroso fino a Piacenza i 15km di pianura già visti all’andata.